Gli sviluppi tecnologici degli ultimi anni hanno contribuito non poco a migliorare la vita del consumatore in ogni suo aspetto, incluse quelle attività che lo riguardano quotidianamente, come il rapporto con i rifiuti e la raccolta differenziata.

Ti stai chiedendo perché? Il motivo è molto semplice, l’evoluzione digitale ha permesso ai produttori di software gestione rifiuti di introdurre novità importanti (come la tracciabilità dei rifiuti ad esempio) che hanno portato vantaggi a tutti, operatori del settore ed utenti.

Con la digitalizzazione dei processi, infatti, le soluzioni gestionali hanno fatto passi da gigante contribuendo sensibilmente al miglioramento delle condizioni ambientali e dei costi di gestione.

In che modo? Immaginate un programma che per merito dell’evoluzione tecnologica sia in grado di perfezionare i processi di raccolta e smaltimento rifiuti riducendo i tempi di elaborazione, ottimizzando i costi ed aumentando la qualità dell’ambiente che ci circonda.

Impossibile? Assolutamente no, gli attuali software gestionali (non tutti ovviamente) sono perfettamente in grado, laddove adottati, di contribuire in modo sensibile a diversi aspetti della vita quotidiana ma per comprenderlo meglio vogliamo parlarti di uno degli aspetti più importanti: la tracciabilità.

I vantaggi della tracciabilità rifiuti

Cosa vuol dire “tracciabilità”? Questa parola, che riconduciamo quasi sempre all’ambito alimentare, indica la possibilità di ricostruire il viaggio che un prodotto compie dal punto A (produttore) al punto B (consumatore).

L’importanza di risalire l’intero percorso è data dalla possibilità di poterne controllarne i passaggi in qualsiasi momento per identificare eventuali errori e/o apportare migliorie nei processi.

Mutuando questo significato all’interno del servizio di gestione rifiuti possiamo affermare che la tracciabilità dei rifiuti permette di avere sotto controllo, ed in tempo reale, ogni singolo passaggio della gestione dei rifiuti.

Mantenere il controllo vuol dire riuscire ad accedere, interrogare e gestire una serie di informazioni davvero preziose.

Quali sono questi dati? Scopriamoli insieme. Innanzitutto la mappatura su Google Maps di ogni singola utenza che permette di conoscere l’esatta ubicazione dei consumatori ai quali offrire il servizio di raccolta rifiuti.

E’ possibile, inoltre, gestire le diverse segnalazioni di ogni possibile anomalia provenienti dai diversi operatori coinvolti e calcolare esattamente gli svuotamenti.

Uno degli aspetti più importanti che possiamo individuare con la funzione di tracciabilità è di sicuro il monitoraggio in tempo reale degli spostamenti durante la raccolta dei rifiuti.

Questo tipo di controllo, che potremmo definire pressapoco totale, garantisce la massima affidabilità e trasparenza sia ai centri di raccolta (finalizzati al calcolo della tariffa puntuale rifiuti) sia ai cittadini.

Per questi ultimi dobbiamo inoltre considerare un vantaggio enorme rappresentato dall’accesso al Portale Utenza Rifiuti dove esiste la possibilità di controllare gli svuotamenti contabilizzati e registrati sui propri contenitori.

Il risultato di tutto questo? Un miglioramento a 360° dell’intero ciclo di gestione rifiuti

Senti la necessità di saperne di più sulla tracciabilità o in generale sulle potenzialità del nostro software?